I pesci del ticino - BENVENUTI A MORIMONDO

Benvenuti a
Vai ai contenuti
PESCI
Pesci nel Parco del Ticino
I pesci che fanno parte della fauna ittica del Ticino appartengono ai cosiddetti pesci ossei, cioè a quei pesci che possiedono uno scheletro più o meno ossificato.
Sono animali eterotermi, quindi con la temperatura corporea simile a quella esterna e presentano una morfologia (struttura del corpo) adatta alle varie esigenze ecologiche.
Comune è la presenza sul corpo di squame, che sono formazioni ossee predisposte alla protezione del corpo stesso. Il movimento e lo spostamento sono regolati dalle pinne, costituite da raggi ossei, le quali sono: due ventrali, due pettorali e una rispettivamente dorsale anale e caudale.
Una particolarità dei pesci è la vescica gassosa, comunemente ed impropriamente detta natatoria, la quale ha funzione equilibratrice. La riproduzione avviene di regola con deposizione di uova in modi e tempi caratteristici per ogni specie.
Nel Ticino, e nelle acque laterali che fanno da contorno, sono presenti una trentina di specie, fra le quali talune estremamente esigenti nei riguardi della qualità delle acque come per esempio le trote fario e mormorata, il temolo e l'umile scazzone.
Una situazione, nel quadro italiano, abbastanza buona, che il Parco ha ricevuto in eredità e che deve dimostrare di saper gestire.

Salmonidi
Presentano generalmente un corpo robusto, con una grande bocca irta di denti piccoli ed acuminati. Caratteristica è la seconda pinna dorsale detta pinna adiposa. La pinna caudale è del tipo omocerco, vale a dire con i lobi simmetrici. Vivono in acque moderatamente correnti o correnti purchè ben ossigenate.
TROTA FARIO (Salmo trutta trutta)
TROTA MARMORATA (Salmo trutta marmoratus)
TROTA IRIDEA (Salmo gairdneri)
SALMERINO DI FONTE (Salvelinus fontinalis)
Timallidi
I Timallidi appartengono all'ordine dei Salmoniformi e differiscono dai Salmonidi per l'apparato boccale più piccolo e per il notevole sviluppo della pinna dorsale. Essi sono presenti in Ticino con una specie: il Temolo.
TEMOLO (Thymallus thymallus)
Pesce caratteristico delle acque limpide e ben ossigenate e quindi fredde è ancora presnte nel ticino soprattutto nella fascia mediana. Il corpo slanciato, il dorso grigio oliva ed arcuato, i fianchi argentei finemente rigati con delle piccole macchie nere nella parte anteriore del corpo e la grande pinna dorsale, lo rendono facilmente riconoscibile. A differenza dei Salmonidi, il Temolo è pecse gregario. Si nutre di larve di insetti che cattura sul fondo e di insetti volatori che preda sulla superficie dell'acqua. La riproduzione avviene all'inizio della primavera su fondi ghiaiosi e in acque correnti. La femmina scava una buca che ricopre dopo avervi deposto le uov. L'incubazione (come nel caso dei Salmonidi), dura alcune settimane a causa delle acque a bassa temperatura.
Acipenseridi
Sono pesci di notevole dimensione, con pinna caudale eterocerca, cioè asimmetrica, con il borodo superiore ispessito. La pinna dorsale è spostata all'indietro. Il muso è più o meno allungato e la bocca, dotata di barbigli e priva di denti negli esemplari adulti, è in posizione ventrale. Caratteristiche le cinque linee longitudinali formate da placche ossee che percorrono il corpo (una dorsale, due laterali e due ventrali).
STORIONE COMUNE (Acipenser sturio)
STORIONE COBICE (Acipenser naccarii)
STORIONE LADANO (Huso huso)
Centarchidi
Famiglia originaria dell'America settentrionale, con due specie introdotte con successo pure in Italia: il persico sole e il persico trota.
PERSICO SOLE (Lepomis gobbosus)
PERSICO TROTA (Mocropterus solmoides)
Pecilidi
Famiglia originaria anch'essa del Nord America e presente in Italia, e quindi nel Ticino, con un'unica specie: la Gambusia.
GAMBUSIA (Gambusia affinis)
Ictaluridi
Famiglia di pesci originaria degli Stati Uniti, introdotta in Italia verso il 1900.
PESCE GATTO (Ictalurus melas)
Gobiidi
A questa famiglia appartengono pesci di fondo, in maggioranza di piccole dimensioni, che vivono sia in acque dolci che in quelle salate.
GHIOZZO DI FIUME (Padogobius martensi)
Percidi
Sono pesci slanciati e lateralmente appiattiti. Nel Ticino è presente il Persico reale.
PERSICO REALE (Perca fluviatilis)
Cottidi
Nel Ticino vi è un unico rappresentante di questa famiglia, peraltro abbastanza raro per via della diminuita qualità delle acque. Lo Scazzone
SCAZZONE (Cottus gobio)
Malgrado appartenga ad una famiglia diversa, lo scazzone è simile al ghiozzo, dal quale si differenzia per la testa decisamente più grande. Il corpo senza squame e le pinne ventrali non saldate fra loro. Il dorso e i lari sono grigi con variegature scure, il ventre è bianco. Abita soprattutto le acque correnti e limpide a fondo ghiaioso, dove si nasconde durante il giorno per uscirne di notte alla ricerca del cibom che è costituito da piccoli invertebrati acquatici e uova di altri pesci. Anche lo scazzone fissa le uova alla volta dei grossi cittoli con il maschio che le costudisce fino alla schiusa.
Cobitidi
Sono piccoli pesci caratterizzati da un corpo cilindrico, dotati di barbigli. Nel Ticino l'unico rappresentante è il Cobite.
COBITE (Cobitis tenia bilineata)
Ecocidi
L'unico rappresentante di questa famiglia presente nel Ticino e in Italia è il Luccio.
LUCCIO (Esox lucius)
Ciprinidi
Famiglia particolarmente numerosa, contando oltre 1600 specie diffuse in tutto il mondo, e assai differenziate fra loro per esigenze ecologiche. Mancano dei denti sostituiti da particolari formazioni detti denti faringei, localizzati dietro le branchie.
CARPA (Cyprynus carpio)
CARASSIO (Carassius carassius)
PIGO (Rutilius pigus)
Savetta (Chondrostoma soetta)
LASCA (Chondrostoma toxostoma)
GOBIONE (Gobio gobio)
CAVEDANO (Leuciscus cephalus cabeda)
E' dotato di un corpo slanciato ma robusto di colore variabile dal grigio scuro al grigio verde il dorso, argentei i fianchi, e bianco il ventre. Pesce estremamente adattabile, lo si può trovare in quasi ogni tipo di acque. Pure per quanto riguarda l'alimentazione, il cavedano è estremamente eclettico: si nutre infatti di ogni tipo di vegetali e di invertebrati, mentre gli individui più grossi predano anche piccoli pesci. La riproduzione avviene in primavera inoltrata e le uova vengono deposte sul fondo dove aderiscono ai sassi o alla vegetazione.
VAIRONE (Leuciscus souffia muticellus)
SANGUINEROLA (Phoxinus phoxinus)
ALBORELLA (Alburnus alburnus alborella)
SCARDOLA (Sscardinus erythrophthalmus)ù
TRIOTTO (Rutilius rubidio)
Tinca (Tinca tinca)
Prestigiosa abitante di acque calme con ricca vegetazione acquatica a fondo melmoso. Il colore fondamentale è verdastro sul dorso e i fianchi, giallastro sul ventre. Caratteristico è lo spesso muco che lo ricopre, a proposito del quale sono sorte leggende riguardo a sue proprietà medicamentose. Si nutre di molluschi, insetti e crostacei che trova sul fondo. La riproduzione avviene da maggio a luglio e le uova, deposte in acque basse, aderiscono alla vegetazione. Sia pure di lento accrescimento, può raggiungere dimensioni ragguardevoli superando i 5 kg. di peso.
BARBO (Barbus barbus plebejus)
Anguillidi
Famiglia che comprende diverse specie distribuite in tutto il mondo. Sono pesci che, oltre un notevole interesse scientifico, rivestono una grande importanza economica. In Italia è presente la specie detta "europea".
ANGUILLA (Anguilla anguilla)
lascia un commento


Copyright 2009 - 2020 by BeSt - Tutti i diritti riservati.

Benvenuti a
Copyright 2009/2020 by BeSt - Tutti i diritti riservati.

Torna ai contenuti