Uccelli del parco del ticino - BENVENUTI A MORIMONDO

Benvenuti a
Vai ai contenuti
UCCELLI
Gli uccelli del Parco del Ticino
Molte specie di uccelli sono presenti nel parco. Alcune sono state introdotte a scopi venatori (quali: il fagiano), altre invece sono scomparse sempre a causa di pratiche venatorie (quali: la starna). Rappresentando più ordini, presentano le caratteristiche e le abitudini più disparate. Alcune sono stanziali, ossia si trattengono nel parco tutto l'anno; altre in esso nidificano ma al sopraggiungere dell'inverno o comunque in presenza di condizioni sfavorevoli emigrano verso paesi più adatti; altre ancora sono presenti, solo di passaggio, nel periodo di migrazione verso sudovest-nordest; altre addirittura svernano nel Parco.
Oasi quasi nel mezzo della Pianura Padana il parco infatti offre le condizioni di ristoro per diverse specie che sono tipiche per così dire dei paesi più nordici.
Alcune nidificano sugli alberi, appartate o in gruppo (tipiche le "garzaie" che raggruppano su un unico albero parecchi nidi anche di specie diverse); altre sui ghiaioni che costeggiano il fiume in balia quindi di eventuali piene; altre a ridosso dei corsi d'acqua tra le canne; altre in ruderi di case coloniche o mulini; altre ancora nei prati o in prossimità di colture agricole, altre addirittura nelle risaie.
Alcune conducono abitudini diurne, altre notturne. Alcune si nutrono di pesci, altre di piccoli anfibi, topi e piccoli roditori in genere, altre di insetti e larve, altre ancora di sementi, altre di uova.
Inutile o quasi è inoltre dire che si differenziano ancora per dimensioni, forma, canto, colore, apertura alare, modo di volare e traettoria di volo. Piccole o grandi contribuiscono comunque tutte al mantenimento dell'equilibrio ecologico del Parco che l'uomo ha già di per se con i suoi insediamenti e le sue colture intaccato.
Dato il numero elevato di specie, saranno trattati qui solo quelle che stanziano nel parco o che in esso nidificano, che in esso perlomeno siano presenti per un periodo significativo dell'anno.




poiana e civetta comune
piro piro, pettegola, fraticello, corriere piccolo, mignattino

Rapaci
Hanno becco ricurvo, uncinato e artigli robusti. Delle 4 dita, poste allo stesso livello, 3 sono rivolte in avanti e uno all'indietro. Si dividono in diurni e notturni.
NOTTURNI
Hanno occhi grandi, posti davanti in mezzo al un cerchio di piume. Hanno le ali coperte da una morbidissima lanugine che, riducendo il turbamento dello spostamento dell'aria, rende il loro volo silenziosissimo.
ALLOCCO (Strix aluco) cm. 38
Vive nei boschi e nei parchi. Lo si può trovare anche vicino alle abitazioni. Ha gli occhi neri ed è privo dei caratteristici ciuffi auricolari a differenza delle altre specie. Il suo piumaggio è di colore grigio o rossastro. Emette un profondo bubbolio alternato a frequenti acuti.
CIVETTA (Athene noctua) cm. 22
Uccello comune, lo si trova su terreno aperto, anche in prossimità delle abitazioni. Facile individuarlo la notte per via della sua voce acuta e stridente. Visibile anche di giorno. Costruisce il nido in cavità di alberi e di vecchie case. Ha un aspetto tozzo, il capo grosso. Il piumaggio è un grigio-marrone, con alcune macchie bianche. Caratteristici il suo volo ondulato.
DIURNI
Hanno occhi piccoli e laterali e collo sviluppato.
NIBBIO BRUNO (Milvus migrans) cm. 50x115
Comune nei boschi vicino a laghi, vive nelle campagne in prossimità delle abitazioni. Si ciba pescando o mangiando rifiuti. Ha un piumaggio scuro e la coda corta. Vive anche in gruppi. Nidifica sugli alti pioppi o sulle querce.
POIANA (Buteo buteo) cm. 55x135
Comune, d’estate ama vivere in zone boscose circondate da campi e radure, mentre d’inverno preferisce la pianura con ampie distese. Il suo piumaggio varia dal bianco al marrone, ed ha una fascia scura sul petto. La poiana vola lentamente ed è silenziosa; descrivendo nel cielo ampie spirali, non afferra la preda al volo.
Passeracei
Comprendono numerosissime specie di modeste dimensioni, con becco di forma varia e privo di cera. Le zampe hanno 3 dita rivolte avanti, uno all'indiestro. La prole è inetta. Alcune specie sono migratorie.
PETTIROSSO (Erithacus rubecula) cm. 14
Molto comune in boschi, parchi e giardini. Negli adulti il petto è arancione e la coda marrone. Si posa spesso e volentieri sul terreno alla ricerca di cibo. Di frequente muove le ali e la coda, ed è spesso domestico. Ama cantare vicino al suolo ed emette veloci e acute note gorgheggianti.
TORDO BOTTACCIO (Turdus philomelos) cm. 23
Lo si può trovare solitamente nei boschi. Ha il dorso color marrone, mentre la parte inferiore è a macchie marroni su fondo bianco. Nel periodo della migrazione sta con gli altri suoi compagni. Il resto del suo tempo ama passarlo da solo. Nidifica nei boschi e nei giardini. Ha il canto breve e melodioso.
CANNARECCIONE (Acrocephalus arundinaceus) cm. 19
E’ comune in acque con fitti canneti. Ha dimensioni grandi, con lungo becco. Ama cantare su un ramo ed il suo canto è rapido e stridente. Lega il nido, fatto a borsa e ben foderato, agli steli delle canne o ai rami.
USIGNOLO (Luscinia megarhynchos) cm. 16
PASSERA MATTUGIA (Passer montanus) cm. 14
CAPINERA (Sylvia atricapilla) cm. 14
CORVO (Corpus frugilegus) cm. 46
Frequente nei campi ricchi di alberi o nei boschi. Ha il piumaggio nero lucido, con becco lungo, le ali piccole e strette. Vola molto velocemente. La voce ha un suono nasale. Nidifica al margine dei boschi, foderando il nido con erbe e radici.
RIGOGOLO 8Oriolus oriolus) cm. 24
ALLODOLA (Alauda arversis) cm. 18
USIGNOLO DI FIUME (Cettia cetti) cm. 14
MARTIN  PESCATORE (Alcedo atthis) cm. 18
Comune lungo i fiumi con corrente lenta e presso le acque stagnanti, ricche di pesce. E' un uccello variopinto, di colore azzurro e verde dul dorso, e rosso-arancio sul ventre. Il capo è abbastanza grande, con ali, zampe e coda corte. Vola veloce a pelo d'acqua, dove si tuffa per catturare i pesci di cui si nutre. Ama fare sosta su rami in prossimità d'acqua, e a volte vi si sofferma a lungo. Ha voce acuta e risuonante.
CANNAIOLA VERDOGNOLA (acrocephalus palustris) cm. 13
CINCIALLEGRA (Parus major) cm. 14
TORDO SASSELLO (Tordus iliacus) cm. 20
Rampicanti
Hanno particolare attitudine all'arrampicamento; sono muniti ai piedi di 2 dita rivolte in avanti (il secondo e il terzo) e 2 indietro (il primo e il quarto).
PICCHIO VERDE (Picus viridis) cm. 30
E' comune nei boschi, ma lo si può trovare anche in campagna. Ha dimensioni abbastanza grandi, di colore verde con macchie gialle. Si nutre di formiche e di larve di insetti, ma anche di ghiande e di noci. Particolarmente caratteristico il suo portamento eretto e saltellante. Ama posarsi sui rami. La sua voce è molto squillante ed è simile ad una risata.
PICCHIO ROSSO MAGGIORE (Dendrocopos major) cm. 23
CUCULO (Cuculus canorus) cm. 3
Gallinacei
Hanno forma tozza, becco robusto e zampe a 4 dita : 3 rivolte in avanti e uno, più alto, indietro ; al di sopra di questo i maschi posseggono uno sperone. Sono razzolatori, cioè raspano il terreno per cercarvi il cibo.
FAGIANO (Phasianus cochicus)
Il maschio misura cm. 80, la femmina cm. 60. E' comune nei boschi e nei terreni coltivati. Ha la coda molto lunga e appuntita, e le ali corte e arrotondate. Il maschio ha un piumaggio vivacemente colorato, mentre la femmina lo ha color marrone. Vola velocemente, ma non a lungo, provocando un forte frastuono. Sta con piccoli stormi. Il suo cibo preferito sono i semi, le bacche e chicchi vari.
QUAGLIA (coturnix coturnix) cm. 18
Caradriformi
Sono piccoli, buoni volatori, hanno ali lunghe, dita libere o palmate, piumaggio abbondante, becco e zampe piuttosto lunghi e sottili.
FRATICELLO (Sterna albifrons) cm. 23
PETTEGOLA (Tringa totanus) cm. 28
Comune in paludi e acquitrini. Vive in stormi numerosi durante le migrazioni. Ha zampe color rosso-arancione e il becco rosso, il piumaggio è grigio. La sua voce è simile ad un fischio, ma molto melodioso.
PIRO-PIRO PICCOLO (Tringa hypoleucos) cm. 20
CORRIERE PICCOLO (Charadrius dubius) cm. 15
BECCACCINO (Gallinago gallinago) cm. 25
Comunissimo nei prati e nelle paludi. Ama stare in gruppo numerosi. Caratteristico il suo piumaggio bianco sul ventre. Ha il becco lungo. Noto per il suo grido inconfondibile, di suono particolare, che emette quando si alza rapidissimo in volo.
PAVONCELLA (Vanellus vanellus) cm. 30
MIGNATTINO ( Celidonia niger) cm. 24
Colombiformi
Hanno testa piccola, becco corto, molle alla base e indurito alla punta, zampe a quattro dita poste allo stesso livello, tre avanti uno indietro. La prole inetta viene alimentata dalla madre con una poltiglia lattiginosa secreta da due tasche laterale del gozzo.
TORTORA (Streptopelia turtur) cm. 28
Trampolieri
Hanno tibie nude, tarsi sottili e molto alti, a guisa di trampoli, collo e becco lunghi; i piedi hanno quattro dita: tre rivolte avanti, uno indietro. Questi uccelli migrano compiendo lunghi percorsi.
AIRONE ROSSO (Ardea purpurea) cm. 80x115
SGARZA CIUFFETTO (Ardeola ralloides) cm. 45x86
AIRONE CENERINO ( Ardea cinerea) cm. 90x140
E' il più comune e diffuso airone europeo. Si incontra lungo i corsi d'acqua e le acque stagnanti. Nidifica sugli alberi vicino all'acqua o nei canneti. Il suo piumaggio è grigio, bianco e nero. Ha dimensioni molto grandi. La voce è aspra. L'airone è particolarmente caratteristico per il suo modo di volare, vola lentamente tenendo le ali a forma d'arco, ed il collo all'indietro.
TARABUSINO (Ixobrychus minutus) cm. 35x40
GALLINELLA D'ACQUA (Gallinula chloropus) cm. 33
FOLAGA (Fulica atra) cm. 38
NITTICORA (Nycticorax nycticorax) cm. 60x110
GARZETTA (Egretta garzetta) cm. 61x96
Comune, in autunno e in inverno è possibile incontrarla in acque poco profonde. Nidifica in colonie nelle paludi e in zone acquitrinose. Ha zampe gialle e in estate una lunga cresta. Vola spesso in stormi.
Palmipedi
Molto diversi tra loro per forma,struttura, colore e abitudini, hanno la comune caratteristica di avere le gambe corte con dita anteriori palmate, unite cioè da una membrana. Hanno piumaggio fitto e untuoso, reso impermeabile da una sostanza grassa secreta, presso la coda e spalmato su di esso dall'animale col becco.
MORETTA (Aythya fuligula) cm. 40x70
Vive nelle paludi, dove nidifica. La si trova in grandi stormi. La moretta ha il dorso nero. Il maschio però, ha la caratteristica lunga cresta, mentre la femmina ha la punta del becco bianca. Vola velocemente.
ALZAVOLA (Anas crecca) cm. 35x60
MESTOLONE (Spatola clipeata) cm. 50x78
TUFFETTO (Podiceps ruficollis) cm. 25
E' frequentemente nelle paludi e nei laghi ricchi di vegetazione. E' molto schivo e ama vivere da solo o in piccolissimi gruppi. Ha il piumaggio colore bruno. La sua voce è simile ad un trillo.
SVASSO MAGGIORE (Podiceps cristatus) cm. 46
GERMANO REALE (Anas platyrhynchos) cm. 60x90
E' la più comune e diffusa delle anatre. Vive nei fiumi, e nelle paludi. Il maschio ha il corpo verde e il petto nocciola-rossiccio. La sua voce è molto tenue. La femmina ha il becco più forte e la voce più sonora. Vive generalmente in stormi o in coppie.
FISCHIONE (Anas Penelope) cm. 50x80
Lo si può trovare comunemente in paludi e acquitrini. Vive in stormi. Ha le ali bianche, cammina volentieri sul terreno alla ricerca del cibo. Il suo nome deriva dalla voce che assomiglia ad un fischio decrescente.

lascia un commento


Copyright 2009 - 2020 by BeSt - Tutti i diritti riservati.

Benvenuti a
Copyright 2009/2020 by BeSt - Tutti i diritti riservati.

Torna ai contenuti